Cerca nel blog

lunedì 27 luglio 2015

LA BATTAGLIA

 
 
 
 
 
 
 
 
 
LA BATTAGLIA DI UNA MADRE
 
Ci vuole forza, tanta forza, e poi...
 
 dovrai imparare a perdere il tuo sonno
(quello tranquillo, in pace come bimbi,
che mille stelle accolgono nei sogni,
ed i bisogni colmano e al mattino
stendendo larghe braccia e poi stringendo,
il mondo intero possono abbracciare.)


 Tu non dormire,
senza indugiare raccogli le tue armi ,
il male porta maschera suadente,
 e disarmati rende con l'imbroglio.
Tu fatti furba e afferra tutto intorno...
 serra il tuo amore, dagli appoggi ovunque.


 Poi finirà...
come colomba bianca liberata,
 che oltre la grata adesso se ne va,

oltre la grata un figlio volerà...
 
poteva volar prima, ma che fa?
 
 Però ci vuole forza, tanta forza.

giovedì 23 luglio 2015

TRACCE DI STELLE






 
 
 
 
 
 




 
Materialista pare il nostro secolo...
ma poi,
cerchiamo note d'angeli o parole
dolci e leggere, calde ma d'amore,...
o segni azzurri in cerca d'infinito.
Ricordi arcani,
tracce di stelle o polvere di luna,
in filigrana vivono nascoste
dentro la pelle, e il sangue navigando,
cercano il cuore, l'anima lasciando.
E conosciamo ancora, come forse
già conoscemmo in sogno o vita vera,
l'immenso.
  Per semplicità dicono sia Dio...
ma poi,
cerchiamo note d'angeli o parole.

(E vien la sera.)


 

mercoledì 15 luglio 2015

LA TRACCIA ROSSA








LA TRACCIA ROSSA

E poi mi dico- calma, resterai...
anzi, sarai per sempre nella vita,...
perchè la traccia tua è ormai segnata...
ci sei nel ciclo delle cose, esisti - .
Eppure tremo e fremo e mi ribello.
( E' gonfio il cuore e vuole ancora amare)
Datemi tempo...il tempo non mi basta,
per salutare...
il sole, il mare, l'altra mia me stessa,
che aborto resta,
tenuta in ombra, nella traccia rossa
del divenire, che mi fa soffrire.

E poi mi dico- calma, resterai!
E t'amo questa sera più che mai.
E t'amo, e m'amo, e me ne sto fiorita
di vita colma, mentre mi nascondo,
e mi confondo in vesti solitarie,
ariose e varie.
Ma t'amo questa sera più che mai.
(Che m'abiti nell'anima non sai.)





mercoledì 8 luglio 2015

ANNI

 
 
 
 
 
 
 
 
 
ANNI
 
E metto in fila tutti gli anni miei
sentendo il suono d'una fisarmonica,
ci ballo insieme e la malinconia
va via lontano e cantano le ore
trascorse in corse e pause d'affanni.
 
E metto in fila nascite e poi morti,
i torti presi e i mille batticuori,
l'ansia di vita in fuga dall'oblio,
i pochi amori, dentro tanto amore...
rivivo il loro tacito languore.

sabato 4 luglio 2015

D'OBLIO

 
 
 
 
 
 
 
D'OBLIO
 
Sorpresa lieta è riuscire a vedere
le strane strade fatte dalla sabbia,
e la rabbia ci scivola disciolta,...
in quelle calde sere
d'ozio, che tutto annebbia e tutto ingabbia.
Mare quasi una favola.
Liscio come una tavola.
 
Degli interni paesaggi rovesciati
guardo il segno e la vita rubo e prendo,
serbando la sua immagine raccolta
negli occhi. Ma baciati
dall'onda, che li bagna e va morendo,
lascio i calchi ingannevoli,
fermi e pure mutevoli.
 
Io, su strade di sabbia, vado al mare,
che d'amare mi parla ...come un dio,
che ha parole d'amore. E più d'oblio.

venerdì 3 luglio 2015

Fantasia in Rete: Libera

Fantasia in Rete: Libera: Con Libera arrivò la gioia! Quando Libera venne al mondo, la sua mamma aveva il cuore colmo di felicità. Guardava commossa quella...

mercoledì 1 luglio 2015

poesie di luglio

 
 
 
 
 
 
 
 
 
BALLATA MINIMA
 
Disteso è il giorno a sera
come una donna languida,
come il mio Gran Sasso:
donna d'amore gravida,
scalda questo mio passo...
prima dello sconquasso!
Quando tutto s'annera.
 

 



 
FANTASIA D'AMORE



Una carezza lungo la mia schiena,

le dita tue mi sfiorano, mi svegliano...

m'inarco, cerco, sento, mi emoziono,

e tu mi stringi così ch'io non fugga

e m'abbandoni piena di passione.



Sul collo tuo la bocca mia s'appoggia,

poi ti sussurro ...ti amo, sono tua,

questo momento è nostro, sono tua,

ma voglio andare... tienimi, trattienimi,

chiedimi amore, dimmi di restare.



Una carezza lungo la mia schiena,

un esercizio astratto, o poesia...

portami via...portami via...via...

e penso intanto...questa è fantasia,

è solo un vento caldo di follia .

 



SOSPIRI

Il mio cuscino abbraccio, questo resta,

la morbidezza docile di piume,

scelte e infilate dentro la mia federa,

ch'è bianca come sogno d'una bimba...

( rossa vorrei, di porpora vestita)

il mio cuscino bagno di sospiri

mentre tu giri...giri e ti rigiri.

 





 

SILENZI SERRO

Silenzi serro dentro e muore l'anima,
soffoca mentre rumina poesie,
le mie, che vanno in cerca d'una musica,
trovando ghiaccio fragile e lì scivola,
s'agita e vola come fosse un angelo.
Silenzi serro, senza farli vivere,
datemi un'eco ... pianga fino al limite,
giungendo fino dove aspetti trepido.




ANNI

 E metto in fila tutti gli anni miei

sentendo il suono d'una fisarmonica,

ci ballo insieme e la malinconia


va via lontano e cantano le ore


trascorse in corse e pause d'affanni.

E metto in fila nascite e poi morti,


i torti presi e mille batticuori,


l'ansia di vita, come dell'oblio,

i pochi amori, dentro tanto amore...


li sento quasi splendido languore.



 
TAVOLA APPARECCHIATA

Come se fosse solo cibo mastico,

mastico in fretta, stretta alla mia tavola,

apparecchiata quasi fosse favola...

o peggio ancora, rito sacro / mistico.


 
Come se fosse solo cibo al corpo,

e non un vuoto d'anima vorace,

che brucia e brucia e va cercando pace,

baratro buio, nave senza porto.

 
D' altro affamata, cerco cibo vero...

parole o sogni, musica o figure,

che diano senso e logica al pensiero.

 
D'altro affamata, le carezze spero...

bellezza, un fiore all'anima, oppure

la mia alba rosa, dopo questo nero!