Cerca nel blog

martedì 29 dicembre 2015

DI LEGGEREZZA, BRAMO


 

 
 
DI LEGGEREZZA, BRAMO
 
Oh! Leggerezza... t'amo, ma mi sfuggi,
nascosta resto in tenebre da brivido,
dove mi porta il mio pensiero oggi,
da sentimenti tristi reso madido.
 
E anelo e spero e piango tutto insieme,
confusa resto ai bordi dell'assurdo,
io chiedo amore, mentre lascio il seme
della mia gioia attesa, che si perde.
 
Oh! Leggerezza... pensami bambina!
Sono un' adulta strana, mai cresciuta,
cerco il mio viso dentro l'acqua china,
 
della mia fonte, dove si è perduta
la mia innocenza, quando ero piccina.
Oh! Leggerezza bella...mai t'ho avuta .


 

venerdì 18 dicembre 2015

ALBA NUOVA e altro ( sonetti in monorima)









ALBA NUOVA ( sonetto in monorima)

Se devo dire il vero, io ora penso
che la mia vita senza te ha senso,
io giro e giro dritta e in ogni senso,
ch'io mi distragga è vero, e non ti penso.


Sentire il cuore ancora, più non penso,
ferirmi il corpo è sciocco e non ha senso,
deluso è il tocco al tatto, ed ogni senso
perduto, è triste ...ho perso amore, penso.

Ma vien l'estate calda, e penso e penso
di risvegliare adesso ogni mio senso,
cercare pace bramo, a questo penso.

Ma vien la sera azzurra e al cielo penso,
amar l'amore nella vita ha senso...
verrà il mattino, all'alba nuova penso.
 
ALBA NUOVA
 
Se devo dire il vero, io ora penso
che la mia vita senza te ha senso,
io giro e giro dritta e in ogni senso...
ch'io mi distragga è vero, e non ti penso.
 
Sentire il cuore ancora, più non penso,
ferirmi il corpo è sciocco e non ha senso,
deluso è il tocco al tatto, ed ogni senso
perduto, è triste ...ho perso amore, penso.
 
Ma vien Natale dolce, e penso e penso
di risvegliare adesso ogni mio senso,
cercare pace bramo, a questo penso.
 
Ma vien la sera azzurra ...al Bimbo penso,
cercare amore nella vita ha senso...
verrà il mattino, all'alba nuova penso.
 
 

 
 
 
LETTERA CON AMORE AL CUORE
( due rime con banalità )
 
Ti scrivo questa lettera d'amore,
che giunga fino dove batte il cuore,
perdona son banale, ma se il cuore...
mi chiama vado, bisogno ho d'amore.
 
Ti scrivo, invece voglio da te amore,
non le parole vuote, (piange il cuore)
e non parole scure e senza cuore,
da te vorrei carezze pien d'amore.
 
Allora spargo via baci d' amore,
giungano fino dove sei " mio cuore",
e canto sol per te "Questo è l'amore".
 
Allora lascio un foglio e cerco o Amore,
le note belle, un canto che il cuore
tuo, riempia tutto del mio grande amore.